Attualità, Mercato

10 Dicembre 2018

16:46

Brevetti Qualcomm: accolte in Cina le ingiunzioni preliminari contro Apple

San Diego (Usa) — Qualcomm ha annunciato oggi che il tribunale popolare di Fuzhou in Cina ha accolto le richieste presentate dall’azienda per due ingiunzioni preliminari rivolte contro quattro sussidiarie cinesi di Apple, ordinando di interrompere immediatamente le pratiche che violano due brevetti attraverso l’importazione senza licenza, la vendita e le offerte di vendita sul mercato cinese di diversi modelli di iPhone quali iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X. I due brevetti erano stati ritenuti validi in precedenza da Sipo, l’ufficio brevetti cinese. “La nostra relazione con i clienti è per noi un elemento prioritario, e preferiamo rivolgerci raramente ai tribunali, ma siamo anche profondamente convinti della necessità di proteggere i diritti relativi alla proprietà intellettuale”, dichiara in una nota stampa Don Rosenberg, executive vice president and general counsel, Qualcomm Incorporated. “Apple continua a beneficiare della nostra proprietà intellettuale e allo stesso tempo si rifiuta di indennizzarci. Queste decisioni giudiziarie sono un’ulteriore conferma della forza del vasto portafoglio di brevetti di Qualcomm. “




Tag: ; ; ; ;

ARTICOLI CORRELATI

19 Agosto 2019

10:30

Qualcomm, in autunno a Mosca la prima rete 5G mmWave europea

Mosca (Russia) – Qualcomm Technologies, sussidiaria di Qualcomm Incorporated, ha recentemente annunciato la collaborazione con il Dipartimento per l’Information Technology […]

LEGGI

14 Agosto 2019

12:01

Foxconn, scendono i profitti: pesa il calo nelle vendite di iPhone

Tucheng (Taiwan) – L’azienda di smartphone taiwanese Foxconn, che produce per marchi come Apple, Google, Xiaomi, Lenovo, Nokia, Meizu e […]

LEGGI

14 Agosto 2019

11:30

Trump, frenata sui dazi ai prodotti hi-tech cinesi

New York (Usa) – Arriva un improvviso rinvio da parte dell’amministrazione Trump sui dazi ai prodotti hi-tech made in China. […]

LEGGI

TWITTER

VIDEO

I NOSTRI SPECIALI

LE NOSTRE RIVISTE

TAG