Attualità

13 Settembre 2018

10:51

Copyright, la UE ha detto sì

Strasburgo (Francia) – Con 439 voti a favore, 226 contrari e 39 astensioni, nel primo pomeriggio di mercoledì 12 settembre il parlamento UE ha approvato la proposta di direttiva sul diritto d’autore nel mercato unico digitale. Via dunque alla riforma che era stata bocciata il 5 giugno scorso, con la richiesta dell’introduzione di una serie complessa di emendamenti. Viene così sancito per i colossi del web l’obbligo di pagare un compenso ad artisti ed autori di contenuti veicolati su social network e piattaforme digitali. Da oggi le OTT (che peraltro sono al centro anche della questione relativa all’applicazione di una Web Tax su scala europea) dovranno condividere una parte dei loro ricavi con giornalisti, testate, editori e produttori di contenuti che sino a oggi hanno veicolato in una condizione di sostanziale deregulation in merito all’assolvimento degli oneri legati al diritto d’autore e ai diritti esecutivi (quelli che si devono a interpreti ed esecutori). La direttiva non riguarda solo i social network e le piattaforme di upload, ma anche gli aggregatori di notizie. Facebook, You Tube ma anche Google News, dunque. Tra le disposizioni introdotte, compare comunque la possibilità di continuare a inserire negli articoli degli hyperlink, ossia dei collegamenti ipertestuali, che restano non vincolati dall’assolvimento del diritto d’autore.




Tag: ; ;

ARTICOLI CORRELATI

16 Luglio 2019

10:06

Copyright, Vivendi condannata a un risarcimento di 5,5 milioni a Mediaset

Roma – Il Tribunale di Roma ha condannato il portale francese Dailymotion, di proprietà di Vivendi, a pagare un risarcimento […]

LEGGI

16 Aprile 2019

9:50

Copyright Ue: via libera definitivo alla riforma

Bruxelles (Belgio) – L’Unione europea dà il via libera definitivo alla riforma del copyright: nella seduta di ieri il Consiglio […]

LEGGI

26 Marzo 2019

14:37

Approvata la direttiva Ue sul copyright

Strasburgo (Francia) – Il Parlamento europeo ha approvato la riforma del copyright con cui entrano in vigore le nuove regole sul […]

LEGGI

TWITTER

VIDEO

I NOSTRI SPECIALI

LE NOSTRE RIVISTE

TAG