Grandi Elettrodomestici

17 Ottobre 2017

10:16

Elettrodomestici, accolti gli impegni dei produttori sul post vendita

Roma – Più copertura nel periodo di garanzia sull’elettrodomestico, meno spese per i consumatori. Nella riunione dello scorso 27 settembre, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha accettato gli impegni assunti da Whirlpool (marchi Indesit, Ariston, Ignis e Whirlpool, Bauknecht, KitchenAid, Scholtes), Candy Hoover (marchi Candy, Hoover e Zerowatt) e Electrolux (marchi Aeg, Electrolux, Rex, Zanussi e Zoppas). I tre marchi si sono impegnati a “non richiedere più il pagamento di alcun diritto di chiamata per gli interventi in garanzia, anche dopo i primi sei mesi dalla consegna, non escludere alcuna parte dei prodotti dalla garanzia legale di conformità, anche quando si tratti di parti usurabili; non utilizzare numeri a sovrapprezzo per le richieste di intervento da parte dei consumatori”. Si chiudono così le tre istruttorie avviate nel marzo 2017 e riguardanti le modalità di prestazione dell’assistenza a domicilio tramite i centri di assistenza tecnica nel caso di richieste di intervento in garanzia legale per i grandi elettrodomestici venduti da terzi (ad es. grande distribuzione e negozi specializzati). Nel dettaglio l’oggetto dei procedimenti, avviati su segnalazioni e acquisizioni di ufficio, riguardava la richiesta del pagamento di 30 euro per ogni intervento in garanzia legale (primi due anni) dopo i primi sei mesi dalla consegna del prodotto; la esclusione di parti dei prodotti dalla assistenza in garanzia; l’utilizzo di un numero telefonico a sovrapprezzo per la richiesta dell’intervento e, per il gruppo Whirlpool, una serie di limitazioni alle modalità di esercizio del diritto di recesso per le vendite di accessori sul proprio “shop” su internet. Ciascuna delle parti si è inoltre impegnata ad adottare specifiche modalità informative circa il riconoscimento di tali diritti e a riconoscere specifiche misure compensative a favore dei consumatori ai quali avevano richiesto il pagamento del diritto di chiamata.




Tag: ; ; ;

ARTICOLI CORRELATI

12 Giugno 2019

10:01

Whirlpool, verso la revoca degli incentivi. L’azienda: “Non chiuderemo a Napoli”

Napoli – “L’azienda non intende procedere alla chiusura del sito di Napoli, ma è impegnata a trovare una soluzione che […]

LEGGI

10 Giugno 2019

8:48

Electrolux: bucato senza sprechi con la tecnologia AutoDose

sMilano – Permette di impiegare la giusta dose di detergente per ogni lavaggio per una protezione migliore dei tessuti e […]

LEGGI

03 Giugno 2019

12:48

Whirlpool cede lo stabilimento di Napoli. Sciopero dei sindacati

Pero (MI) – Whirlpool ha annunciato la cessione del proprio stabilimento di Napoli, dove sono occupate 420 persone. L’annuncio è arrivato lo scorso […]

LEGGI

TWITTER

VIDEO

I NOSTRI SPECIALI

LE NOSTRE RIVISTE

TAG