Attualità

09 agosto 2017

9:44

L’Antitrust sanziona Wind per pratiche scorrette sui contratti da 30 a 28 giorni

Roma – L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha irrogato a Wind una multa di 500mila euro, per aver adottato pratiche commerciali scorrette in occasione della riduzione del periodo di rinnovo delle offerte di telefonia fissa sottoscritte dai propri clienti da 30 a 28 giorni. In particolare, come si legge nella nota dell’Antitrust, è stata accertata la scorrettezza della condotta della società “consistente nell’aver ridotto unilateralmente il periodo di rinnovo, tra l’altro, delle offerte abbinate alla vendita a rate di prodotti (telefono o tablet o mobile Wi-Fi), prevedendo a carico di coloro che avevano esercitato il diritto di recesso l’addebito in un’unica soluzione del saldo delle rate residue”. È stata considerata scorretta anche la modifica unilaterale del periodo di rinnovo anche per le opzioni a durata minima (24 o 30 mesi), che ha richiesto a coloro che optavano per il recesso il pagamento del corrispettivo previsto per il recupero del costo del modem (pari a 40 euro) e/o dell’apparato denominato “Google Chromecast” (pari a 34,90 euro). L’Antitrust ha rilevato che l’imposizione unilaterale della riduzione da 30 a 28 giorni del periodo di rinnovo da parte di Wind ha comportato un aggravio economico per tutti i clienti che non intendevano accettare tale modifica.




Tag: ; ; ;

ARTICOLI CORRELATI

26 luglio 2017

12:12

Antitrust sull’influencer marketing: la pubblicità dev’essere sempre trasparente

Roma –  L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sta indagando sul fenomeno dell’influencer marketing nei social media. E, per sollecitare la […]

LEGGI

19 luglio 2017

9:45

Antitrust: multa da 9 milioni per Telecom, Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali

Roma – Ammontano a 9 milioni di euro complessivi le sanzioni comminate dall’Antitrust nei confronti di alcune fra le principali […]

LEGGI

09 maggio 2017

12:31

Amazon: accordo con l’Antitrust Ue sugli e-book

Roma – Accordo raggiunto, sugli e-book, tra Amazon e la Commissione europea. Si chiude così l’indagine aperta dall’Antitrust nel 2015, […]

LEGGI

TWITTER

VIDEO

I NOSTRI SPECIALI

LE NOSTRE RIVISTE

TAG