Attualità

18 Febbraio 2020

12:45

Web tax: secondo l’Ocse potrebbe generare 100 miliardi di dollari l’anno

Parigi (Francia) – La riforma della tassazione sulle multinazionali del web pensata dall’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) potrebbe generare nel suo insieme fino al 4% in più di entrate da imposte, pari a circa 100 miliardi di dollari ogni anno. Sono queste le stime rese note dalla stessa organizzazione in seguito all’accordo raggiunto a fine gennaio da 137 paesi, e in attesa di un concordato definitivo e condiviso promesso entro fine 2020. La riforma si basa su due punti chiave: innanzitutto si andranno a tassare le società non solo in funzione della presenza fisica sui territori nazionali, ma in base all’attività che realizzano in tali stati. Cosa che permetterebbe di tassare i giganti della rete, come Google, Amazon, Facebook e Apple. In secondo luogo, l’Ocse punta a fissare un livello minimo di imposizione pari al 12,5%, per ridurre la concorrenza fiscale tra nazioni, evitando nuovi casi di elusione fiscale.




Tag: ;

ARTICOLI CORRELATI

22 Gennaio 2020

9:51

Web tax: Parigi valuta lo stop e gli Usa minacciano dazi per Italia e Uk

Davos (Svizzera) – Tra i tanti temi discussi nel corso del Forum economico mondiale di Davos, in Svizzera, c’è anche […]

LEGGI

02 Gennaio 2020

12:16

Italia, dal primo gennaio è entrata in vigore la Web Tax

Roma – Dopo una melina durata di fatto un biennio, la Web Tax è entrata in vigore a partire dal […]

LEGGI

11 Ottobre 2019

10:22

Web Tax, Gualtieri: “In vigore in Italia da gennaio 2020”

Roma – L’Italia è pronta a lanciare la Web Tax, per far pagare ai colossi digitali le tasse che finora […]

LEGGI

TWITTER

VIDEO

I NOSTRI SPECIALI

LE NOSTRE RIVISTE

TAG